La formazione matematica come strumento di cittadinanza

Presente su piattaforma ministeriale S.O.F.I.A. con ID 40945. Come iscriverti su S.O.F.I.A.

Esonero Ministeriale concesso. De Agostini Scuola è un Ente Formatore accreditato per la formazione del personale della Scuola ai sensi della Direttiva Ministeriale n. 90/2003-Prot. n. A00DGPER.6979. Al termine dell'incontro verrà rilasciato l'attestato di partecipazione.

Comunicazione

A seguito dei provvedimenti presi dalle autorità competenti, al fine di prevenire il diffondersi del Coronavirus, ti comunichiamo che abbiamo deciso di sospendere le date del ciclo di convegni Motivare Coinvolgere Divertire con la Matematica.
A fronte di nuove disposizioni e in ragione di come evolverà l’emergenza, provvederemo a fornirti puntuali indicazioni sulle modalità di riprogrammazione di questa iniziativa formativa.

Parleremo di

COMPETENZE  -  MATEMATICA E REALTÀ  -  DIFFICOLTÀ
LABORATORIO  -  ESAME DI STATO  -  DIDATTICA INNOVATIVA
MATEMATICA FINANZIARIA  -  UDA  -  DIGITALE  -  FISICA

Destinatari

Questo evento non è compatibile con il grado scolastico che hai indicato nel tuo profilo personalePrima di procedere all'iscrizione aggiorna le tue scuole in Area Personale

Docenti di matematica e fisica della scuola Secondaria di Secondo Grado

Programma

08:30 - 09:45

WELCOME COFFEE E REGISTRAZIONE PARTECIPANTI

09:45 - 09:55

SALUTI ISTITUZIONALI

09:55 - 10:15

MemeMatica - DIALOGO TRA DUE MATEMATICI E UN ASTROFISICO
Giulia Bini

Giulia Bini è dottoranda in Didattica della Matematica presso il Dipartimento di Matematica dell’Università degli Studi di Torino: il suo progetto di ricerca, condotto sotto la supervisione di Ornella Robutti, si sviluppa attorno al tema dei significati e delle potenzialità didattiche dei meme matematici.  Dopo la laurea in Matematica all’Università Statale di Milano, ha lavorato per 25 anni come insegnante di Matematica e Fisica, principalmente al Liceo Scientifico, sperimentando e costruendo esperienze didattiche innovative che ha condiviso in contesti nazionali e internazionali.

Luca Balletti

Matematico, si ocupa di divulgazione scientifica e progettazione di attività didattica informale per l'Unità Comunicazione e relazioni con il Pubblico del Cnr

Luca Perri

Astrofisico dell’Università dell’Insubria, dell’Osservatorio di Milano Brera e de L'Officina del Planetario di Milano. Si occupa di divulgazione a livello nazionale su radio, televisioni, libri, carta stampata, festival e social network. È campione italiano e finalista internazionale di FameLab 2015 - talent show sulla divulgazione scientifica. Scrive e conduce rubriche e programmi a carattere scientifico all’interno di programmi Rai. E’ autore di testi scolastici Garzanti Scuola e formatore per DeA Scuola.

I meme e le gif animate hanno invaso i social e la vita di giovani e meno giovani. Ma cosa hanno in comune con la matematica? Possono passare da strumento di distrazione di massa a strumento didattico? Scopriamo insieme come sfruttare il rapporto che i giovani hanno con i meme e le gif animate per insegnare matematica.

10:15 - 10:55

INTUIZIONE E RIGORE: UN EQUILIBRIO IMPORTANTE NELLA MATEMATICA E NEL SUO INSEGNAMENTO
Samuele Antonini

Docente Università di Pavia

Da sempre la matematica è simbolo di rigore e precisione ma anche di creatività e intuizione. Nell’insegnamento è alto il rischio di sbilanciarsi verso uno dei due poli, con la conseguenza di tralasciare processi di pensiero matematico fondamentali ma anche di ostacolare l’apprendimento. Un equilibrio tra la conoscenza intuitiva e la conoscenza formale è non solo auspicabile ma soprattutto efficace nello sviluppo delle competenze centrali del pensiero matematico.

10:55 - 11:30

CREATIVITÀ NELLA MATEMATICA: LA LEZIONE DI HENRI POINCARÉ
Giovanni Emanuele Corazza

Professore Ordinario presso l'Alma Mater Studiorum Università di Bologna, Presidente della Fondazione Guglielmo Marconi, fondatore del Marconi Institute for Creativity. Il Marconi Institute for Creativity, iniziativa congiunta della Fondazione Guglielmo Marconi e della Università di Bologna, è stato fondato nel 2011 allo scopo di contribuire alla scienza del pensiero creativo, con aspetti neuroscientifici, cognitivi, sociologici ed economici. http://mic.fgm.it

Le nuove tecnologie hanno provocato un’evoluzione nella società moderna, da Industrial Society a Information Society, e in prospettiva alla Post-Industrial Society. Le trasformazioni conseguenti sono state, sono e saranno drastiche, influenzando il nostro stile di vita e rivoluzionando il mercato del lavoro, con un distintivo effetto di non-ritorno. Grandi opportunità saranno accompagnate da temerarie sfide alle modalità di vita convenzionali, non ultime quelle al nostro sistema educativo. In questo scenario ricco di innovazione ed incertezza, la creatività umana sarà la sola caratteristica capace di darci dignità nel breve e sopravvivenza nel lungo periodo. La creatività sarà essenziale per guidare la nostra capacità di visione e definizione dei futuri preferibili. In questo quadro, risulta naturale porsi le seguenti domande: quale deve essere il ruolo della creatività nel sistema scolastico e universitario? Come si declina l’insegnamento della creatività non solo nelle discipline artistiche, ma anche in quelle scientifiche? Il pensiero matematico richiede creatività? Nel dare alcune risposte a queste domande, si farà riferimento alle lezioni apprese dal grande matematico Henri Poincaré, che dimostrano quanto siano vicini nella realtà i meccanismi di pensiero dello scienziato e dell’artista.

11:30 - 12:00

UNA MATEMATICA, DIVERSI MODI DI COMUNICARLA
Pierangela Accomazzo

Già docente di Matematica al liceo scientifico, formatrice accreditata del GeoGebra Institute di Torino. Per INVALSI e INDIRE ha tenuto corsi di formazione e aggiornamento sulla didattica della Matematica; è co-autrice dei testi Esplorazioni matematiche con GeoGebra 1 e 2 (Ledizioni, 2013 e 2014). Co-autrice del corso "Matematica allo specchio - edizioni blu e verde", Ghisetti & Corvi 2020.  

Leonardo Sasso

Autore di numerosi corsi di matematica di grande successo per la scuola secondaria di primo e secondo grado, Petrini. Co-autore del nuovo corso di matematica per il primo grado "Supermath", Petrini 2020.

Claudio Zanone

Docente di Matematica e Fisica nella scuola secondaria di secondo grado, co-autore con Leonardo Sasso del corso "Colori della Matematica - edizione blu" - Petrini e "Matematica allo specchio - edizioni blu e verde", Ghisetti & Corvi 2020.

C’è una sola matematica? Si tratta di una scienza «talmente oggettiva», che la risposta sembrerebbe dovere essere affermativa. Ma non è così semplice, perché una è la matematica «che piace ai matematici», un’altra è la matematica che deve essere insegnata e un’altra ancora è la percezione della matematica da parte di chi deve impararla. E, in ogni caso, ci sono modi diversi per trasmetterla e per recepirla.
Durante la tavola rotonda cercheremo di individuare modalità diverse per dialogare di matematica con gli studenti, a partire dalla metodologia didattica e dalla scelta degli strumenti di lavoro.

12:00 - 12:15

UN AMBIENTE EDUCATIVO DIGITALE PER LA MATEMATICA
Rachele Ambrosetti

Redazione di Matematica DeA Scuola

Il digitale come strumento al servizio della Matematica: ambienti, risorse e strumenti digitali DeA Scuola pensati per rendere più efficace l’insegnamento della matematica, dalla costruzione di percorsi didattici alla valutazione.

12:15 - 12:30

FACILITARE L’ALFABETIZZAZIONE DIGITALE E SVILUPPARE LA CREATIVITÀ CON GOOGLE FOR EDUCATION

12:30 - 13:30

LUNCH A BUFFET

13:30 - 15:00

WORKSHOP - PRIMA SESSIONE

15:00 - 16:30

WORKSHOP - SECONDA SESSIONE

16:30

TERMINE LAVORI

Workshop

Prima sessione

Connettere la matematica al mondo della finanza

Secondaria di II grado

La percentuale non è solo una proporzione. Ci permette di valutare il costo della vita. Una disequazione non è solo una relazione d'ordine. È un utile strumento per la scelta del conto corrente. Media e varianza non sono solo indici statistici. Sono efficaci strumenti per valutare il livello di rischio degli strumenti finanziari. Le funzioni servono per calcolare gli interessi sul conto corrente. Sviluppare intuizioni e stimolare gli studenti ad apprendere attraverso la soluzione di situazioni reali rende l'apprendimento efficace (e divertente); in questo modo gli studenti sviluppano sia competenze specifiche della disciplina che trasversali, come il problem solving e il critical thinking.

Emilio Barucci


Introdurre l’idea di teoria attraverso l’uso di software di geometria dinamica

Secondaria di II grado

Il workshop intende esplorare e discutere il possibile utilizzo in classe di software di geometria dinamica per promuovere, conformemente a quanto previsto dalle Indicazioni Nazionali e dalle Linee Guida, l'introduzione all'idea di teoria in geometria. Attraverso un percorso centrato sull'idea di costruzione di una figura stabile in un ambiente di geometria dinamica si vuole promuovere il graduale passaggio da una geometria intesa come descrizione di esperienze visuo-spaziali a una geometria intesa come teoria matematica che formalizza e sistematizza tali esperienze. Il workshop si propone inoltre di riflettere brevemente, più in generale, sull'uso di software per l'insegnamento della matematica.

Mirko Maracci


Matematica e Fisica verso le prove finali

Secondaria di II grado

L'introduzione della seconda prova d'Esame di Matematica e Fisica ha stimolato il dibattito tra matematici e fisici e una serie di perplessità tra i docenti. In questo workshop si cercherà di fare il punto della situazione, alla luce delle ultime prove che il Ministero ha proposto, e di mettere in luce i numerosi collegamenti tra Matematica e Fisica, a partire dal primo biennio fino all'ultimo anno. Verranno presentati materiali e percorsi didattici utili a fare interagire in modo proficuo le due discipline, pur riconoscendo a ognuna le proprie peculiarità.

Leonardo Sasso


Percorsi di GeoGebra e Prove INVALSI

Secondaria di II grado

La didattica che un uso accorto di GGB veicola è in forte sintonia con i traguardi delle indicazioni ministeriali e con le richieste delle prove Invalsi a proposito delle competenze matematiche che gli studenti dovrebbero possedere nei diversi livelli del loro percorso scolastico. Il workshop intende suggerire proposte di attività di laboratorio che aiutino gli allievi a dare senso ai concetti matematici e favoriscano il loro coinvolgimento in un processo di apprendimento attivo. Verranno affrontati problemi basati su argomenti curricolari centrati sul primo biennio della secondaria di secondo grado.

Pierangela Accomazzo

Solo per i docenti del primo biennio del Liceo Scientifico e degli Istituti Tecnici


Piegare per spiegare: l’origami in classe

Secondaria di II grado

Le pieghe origami, analogamente alle costruzioni euclidee, sono regolate da un sistema assiomatico: è quindi possibile utilizzare gli origami per trattare con rigore argomenti matematici. In particolare, l'origami si presta a essere utilizzato come strumento coinvolgente e inclusivo per introdurre, esplorare, consolidare molti concetti e argomenti matematici curriculari. Nel workshop daremo spunti per lavorare nell'ambito della logica, della geometria in coordinate, della trigonometria e dell'analisi, sempre con uno sguardo sui problemi di realtà. L'aggancio ai problemi reali è naturale, data la rilevanza che l'origami ha assunto in questi ultimi anni in campo tecnologico, dall'ingegneria spaziale alla biomedica, dall'architettura al design.

Maria Luisa Spreafico


Seconda sessione

Attività di esplorazione: costruire concetti attraverso il laboratorio di matematica

Secondaria di II grado

Fare laboratorio di matematica significa individuare strategie didattiche che mettano al centro dell'attenzione lo studente e la costruzione delle sue competenze mediante attività basate su problemi aperti, tratti da situazioni reali e da situazioni matematiche.
Nel workshop si metteranno a fuoco le varie fasi della didattica laboratoriale: esplorazione, congettura, verifica, argomentazione, sistematizzazione. Si porteranno esempi d'uso di strumenti diversi, dai materiali poveri alle risorse tecnologiche.

Claudio Zanone

Solo per i docenti del primo biennio del Liceo Scientifico e degli Istituti Tecnici


Calcolatrice grafica in classe e all’esame: metodologie didattiche innovative

Secondaria di II grado

La calcolatrice grafica (non CAS) può essere un valido aiuto in sede d'esame, perché permette di controllare calcoli e di visualizzare rapidamente grafici, evitando così agli studenti errori inutili.
I partecipanti al workshop potranno lavorare sulle calcolatrici grafiche che verranno distribuite durante l'incontro e scoprirne i vantaggi dell'uso.

Luigi Tomasi

Solo per i docenti del Liceo Scientifico


Come usare i meme per fare matematica a scuola

Secondaria di II grado

L'obiettivo del workshop è condividere con gli insegnanti i risultati di un lavoro di ricerca sull'uso didattico dei meme matematici. I meme sono oggetti digitali umoristici diffusi viralmente nel web, che coinvolgono gli utenti nel doppio ruolo di produttore e consumatore. Essi vengono dal mondo social, ma possono dare un contributo alla didattica della matematica, creando un punto di contatto tra la scuola e lo scenario mediale in cui i giovani vivono immersi. Il percorso proposto parte da una riflessione sul ruolo dei meme nella cultura digitale, presenta degli strumenti che supportino i docenti nel comprendere e creare un meme, e quindi fornisce una panoramica dei possibili usi in classe dei meme matematici, corroborati da esempi tratti dalle sperimentazioni condotte in aula.

Giulia Bini


La costruzione di un’UdA per stimolare e avvicinare gli studenti dei professionali alla matematica

Secondaria di II grado

L'organizzazione didattica dei nuovi percorsi di istruzione professionali richiede agli istituti di "rinnovare la didattica in chiave metodologica, favorendo il coinvolgimento attivo degli studenti e l'espressione dei loro talenti e stili cognitivi...". L'unità didattica di apprendimento viene presentata come un'efficace proposta di lavoro in grado di portare lo studente verso l'acquisizione delle competenze per un apprendimento autentico e significativo. In questo workshop saranno proposti alcuni strumenti utili al docente per la programmazione e la valutazione di un'UdA di matematica e per accompagnare lo studente nel processo di realizzazione del prodotto.

Annalisa Guidetti, Simona Carlesi

Solo per i docenti del primo biennio degli Istituti Professionali


Luce e visione: un binomio indissolubile per comprendere la realtà

Secondaria di II grado

Che cos'è la luce? Rispondere a questa domanda è estremamente impegnativo: è necessario tenere insieme gli aspetti fisici, i quali mostrano come essa abbia una natura assai complessa che fa sì che alle volte si comporti da onda mentre altre volte da particella, con il ruolo del nostro cervello. Dalla radiazione elettromagnetica all'interpretazione della realtà avvengono una serie di passaggi che saranno illustrati durante il workshop. Esempi in grado di evidenziare il processo di trasformazione del segnale, cercando di mettere l'accento su come le grandezze fisiche misurabili possano diventare immagini percepite dal nostro cervello.

Alessandro Farini

Solo per i docenti di fisica del primo biennio del Liceo Scientifico


I relatori

Luca Perri

Luca Perri

Astrofisico dell’Università dell’Insubria, dell’Osservatorio di Milano Brera e de L'Officina del Planetario di Milano. Si occupa di divulgazione a livello nazionale su radio, televisioni, libri, carta stampata, festival e social network. È campione italiano e finalista internazionale di FameLab 2015 - talent show sulla divulgazione scientifica. Scrive e conduce rubriche e programmi a carattere scientifico all’interno di programmi Rai. E’ autore di testi scolastici Garzanti Scuola e formatore per DeA Scuola.

Luca Balletti

Luca Balletti

Matematico, si ocupa di divulgazione scientifica e progettazione di attività didattica informale per l'Unità Comunicazione e relazioni con il Pubblico del Cnr

Giulia Bini

Giulia Bini

Giulia Bini è dottoranda in Didattica della Matematica presso il Dipartimento di Matematica dell’Università degli Studi di Torino: il suo progetto di ricerca, condotto sotto la supervisione di Ornella Robutti, si sviluppa attorno al tema dei significati e delle potenzialità didattiche dei meme matematici. 
Dopo la laurea in Matematica all’Università Statale di Milano, ha lavorato per 25 anni come insegnante di Matematica e Fisica, principalmente al Liceo Scientifico, sperimentando e costruendo esperienze didattiche innovative che ha condiviso in contesti nazionali e internazionali.

Giovanni Emanuele Corazza

Giovanni Emanuele Corazza

Professore Ordinario presso l'Alma Mater Studiorum Università di Bologna, Presidente della Fondazione Guglielmo Marconi, fondatore del Marconi Institute for Creativity. Il Marconi Institute for Creativity, iniziativa congiunta della Fondazione Guglielmo Marconi e della Università di Bologna, è stato fondato nel 2011 allo scopo di contribuire alla scienza del pensiero creativo, con aspetti neuroscientifici, cognitivi, sociologici ed economici.
http://mic.fgm.it

Alessandro Farini

Alessandro Farini

Alessandro Farini è un fisico laureato presso l’Università di Firenze dove ha conseguito anche la specializzazione in Ottica. È il responsabile del laboratorio ViOLa (Visual Optics Lab) presso l’Istituto Nazionale di Ottica del CNR.
È docente di Ottica Geometrica e Ottica Fisica presso il Corso di Laurea in Ottica e Optometria dell’Università di Firenze.

Leonardo Sasso

Leonardo Sasso

Autore di numerosi corsi di matematica di grande successo per la scuola secondaria di primo e secondo grado, Petrini. Co-autore del nuovo corso di matematica per il primo grado "Supermath", Petrini 2020.

Claudio Zanone

Claudio Zanone

Docente di Matematica e Fisica nella scuola secondaria di secondo grado, co-autore con Leonardo Sasso del corso "Colori della Matematica - edizione blu" - Petrini e "Matematica allo specchio - edizioni blu e verde", Ghisetti & Corvi 2020.

Pierangela Accomazzo

Pierangela Accomazzo

Già docente di Matematica al liceo scientifico, formatrice accreditata del GeoGebra Institute di Torino. Per INVALSI e INDIRE ha tenuto corsi di formazione e aggiornamento sulla didattica della Matematica; è co-autrice dei testi Esplorazioni matematiche con GeoGebra 1 e2 (Ledizioni, 2013 e 2014). Co-autrice del corso "Matematica allo specchio - edizioni blu e verde", Ghisetti & Corvi 2020.
 

Maria Luisa Spreafico

Maria Luisa Spreafico

Ricercatrice presso il Dipartimento di Scienze matematiche del Politecnico di Torino, è da sempre interessata ad una didattica della matematica coinvolgente ed inclusiva per tutti i livelli scolastici.

In collaborazione con