Trasferibilità delle abilità e competenze tra le discipline sportive scolastiche

Le abilità individuali (tecniche) possiedono caratteri di specificità che le rendono strettamente correlate ad una particolare disciplina sportiva; esistono tuttavia dei processi di natura cognitiva e motoria (transfer) che consentono di trasferire le conoscenze e le abilità da uno sport all'altro.

I processi di confronto e di riconoscimento su cui si basa il transfer prevedono una parziale somiglianza fra le informazioni acquisite attraverso precedenti esperienze e quelle elaborate nell'esecuzione di nuovi pattern di movimento. L'applicazione dei modelli di riconoscimento richiede una grande adattabilità e le cognizioni trasferite da un'esperienza di riferimento ad un compito nuovo possono influenzare notevolmente la prestazione.

Recenti studi hanno dimostrato che atleti di alto livello - che da giovani hanno praticato attività sportive diverse prima di specializzarsi - necessitano di un minor numero di ore d'allenamento per raggiungere un determinato livello prestativo rispetto ad individui che non hanno maturato esperienze diversificate in altri sport. 

Obiettivi

  • Individuare elementi di trasversalità fra diverse discipline
  • Sviluppare la capacità di riconoscimento per identificare gli elementi di similarità fra le diverse discipline sportive proposte in ambito scolastico
  • Richiamare schemi precedentemente appresi per adattarli a compiti nuovi.

Programma

  • Transfer di abilità, di contesto e di processo
  • Esemplificazioni pratiche
  • Suggerimenti per la costruzione di compiti in situazioni operative.

Durata

2 ore

Destinatari

Docenti della scuola secondaria di I e II grado

Formatore

Valter Durigon

Valter Durigon

Insegnante di Educazione fisica. Docente presso l’Università di Verona, Dipartimento di Scienze Neurologiche, Biomediche e del Movimento. Docente presso la Scuola dello Sport del CONI.

In collaborazione con