L’ICF: barriere e facilitatori per l’elaborazione del PEI

Il sistema di classificazione ICF nelle sue componenti, al fine di cogliere appieno il significato del quadro concettuale relativo all’approccio Bio-Psico–Sociale e alla distinzione tra stato di salute – funzionamento e disabilità, anche utilizzando la classificazione in relazione alle categorie da descrivere e la scelta dei qualificatori, per porre l’accento sui concetti di equilibrio e squilibrio nella relazione tra persona ed ambiente, grazie all’analisi dei fattori ambientali.

    Destinatari

    Docenti curricolari e di sostegno della Scuola Primaria, Secondaria di Primo grado e di Secondo grado, interessati ad approfondire il tema del PEI e della didattica inclusiva.

    Relatrice

    Chiara Carabelli

    Chiara Carabelli

    Docente di sostegno e referente per l’inclusione in un Istituto Scolastico di Secondo grado nel quale il Sistema di classificazione ICF viene utilizzato per la stesura di tutti i progetti Personalizzati dal 2010.