Come conciliare il tempo scuola, il canone scolastico e lo studio dei contemporanei?

Come è possibile coltivare – fin dal primo biennio – il piacere della lettura e comprendere il suo valore come strumento per capire meglio sé stessi e il mondo? Nel triennio con il programma si arriva (salvo rare eccezioni) alla metà del Novecento. È possibile, senza sacrificare troppo il resto, avvicinarsi ai giorni nostri? Bisogna cambiare approccio? Fare scelte meno canoniche? Affidarsi alle ‘letture libere’?

Obiettivi

  • Fornire strumenti e indicazioni per stimolare il coinvolgimento e l’interesse degli studenti nella lettura dei testi
  • Confronto e discussione di un nuovo canone di letteratura

Destinatari

Questo evento non è compatibile con il grado scolastico che hai indicato nel tuo profilo personalePrima di procedere all'iscrizione aggiorna le tue scuole in Area Personale

Docenti della scuola secondaria di II grado

Relatore

Claudio Giunta

Claudio Giunta

Formatosi alla Scuola Normale di Pisa, insegna Letteratura italiana all'Università di Trento. Ha scritto libri sulla poesia medievale e su quella contemporanea, reportage, un fortunato manuale di scrittura (Come non scrivere) e ha curato un Meridiano dedicato alle Rime di Dante. E' autore di un manuale per il biennio (Lettere al futuro) e di due per il triennio (Cuori intelligenti e Lo specchio e la porta).
Collabora regolarmente al supplemento culturale del Sole 24 ore, al Foglio e a Internazionale. Il suo sito è www.claudiogiunta.it

Programma

  • Lettura e analisi di testi significativi degli autori proposti
  • Laboratorio sui possibili usi dei testi nella didattica

Durata

3 ore in presenza 

Possibilità di organizzare il seminario in forma mista con una durata totale di 4 ore di cui 1 ora online