Cooperare nell’educazione motoria e sportiva per una cittadinanza attiva

S.O.F.I.A.: L'iniziativa sarà pubblicata sulla piattaforma ministeriale S.O.F.I.A. una settimana prima della data dell'evento.
Riceverai una mail con le indicazioni per iscriverti.

Esonero Ministeriale concesso. De Agostini Scuola è un Ente Formatore accreditato per la formazione del personale della Scuola ai sensi della Direttiva Ministeriale n. 90/2003-Prot. n. A00DGPER.6979. Al termine dell'incontro verrà rilasciato l'attestato di partecipazione.

Comunicazione

A seguito dei provvedimenti presi dalle autorità competenti, al fine di prevenire il diffondersi del Coronavirus, ti comunichiamo che abbiamo deciso di sospendere le date del ciclo di convegni Educare al Movimento.
A fronte di nuove disposizioni e in ragione di come evolverà l’emergenza, provvederemo a fornirti puntuali indicazioni sulle modalità di riprogrammazione di questa iniziativa formativa.

Parleremo di

STRATEGIE MOTIVAZIONALI  -  STILI DI VITA  -  BENESSERE  -  GIOCO INCLUSIVO 
NUOVE TECNOLOGIE  -  COOPERATIVE LEARNING  -  ORIENTEERING

Destinatari

Questo evento non è compatibile con il grado scolastico che hai indicato nel tuo profilo personalePrima di procedere all'iscrizione aggiorna le tue scuole in Area Personale

Docenti di scienze motorie della scuola Secondaria di Primo e Secondo Grado

Info utili

L'iniziativa formativa sarà pubblicata sulla piattaforma ministeriale S.O.F.I.A. una settimana prima della data dell'evento.
Pochi giorni prima del convegno riceverai una mail con l'ID dell'evento e tutte le indicazioni per iscriverti.

Programma

8:30 - 09:45

WELCOME COFFEE E REGISTRAZIONE PARTECIPANTI

9:45 - 10:00

SALUTI ISTITUZIONALI

10:00 - 10:20

TESTIMONIANZA ATLETA PARALIMPICO

10:20 - 11:10

EDUCARE CON LE ATTIVITÀ MOTORIE E SPORTIVE: BENEFICI PER LO SVILUPPO DEI GIOVANI
Francesca Vitali

Psicologa dello sport e docente presso il Collegio didattico di Scienze motorie dell’Università di Verona. È Editor del Giornale Italiano di Psicologia dello Sport (ilGIPS) e Past Presidente dell’Associazione Italiana di Psicologia dello Sport e dell’esercizio (AIPS). Dal 2017 è la responsabile del Centro Studi e rapporti con le Università di Assist – Associazione Nazionale Atlete. Dal 2009 collabora come docente con diverse Scuole Regionali dello Sport (SRdS) del CONI e dal 2017 con la Scuola dello Sport di Roma.

I benefici dello sport per la salute possono essere molteplici. Lo sport può offrire ai più giovani possibilità di vivere esperienze piacevoli e divertenti, sfide alla propria portata che possono aumentare autostima e fiducia nelle proprie capacità motorie, migliorando l’umore. Se gestito in modo educativo dagli adulti, lo sport è un contesto in cui i giovani possono diventare più autonomi, mettersi in gioco e affrontare difficoltà, vivendo esperienze di competizione e di confronto con se stessi prima ancora che con gli altri, che insegnano a collaborare, a rispettare le regole, ad accettare le decisioni di arbitri e giudici. Attraverso lo sport gli adulti possono insegnare ai più giovani abilità e competenze che possono essere utili non solo nel contesto sportivo specifico, ma che possono essere efficacemente utilizzate anche a scuola o in altri ambiti della vita (Gould e Carson, 2008; Gould et al., 2006, 2007).

11:10 - 11:50

COOPERARE NELL’EDUCAZIONE FISICA, MOTORIA E SPORTIVA, PER UNA CITTADINANZA ATTIVA E PROPOSITIVA
Andrea Ceciliani

Professore associato presso Università di Bologna “Alma Mater Studiorum” dal 2016, svolge le sue ricerche nell'ambito dell’educazione, prevenzione e salute, in età evolutiva, attraverso l’educazione fisica, l’attività motoria e lo sport. Gli interessi di ricerca sono rivolti in particolare agli aspetti educativi in età infantile e scolare, all’applicazione delle strategie di Outdoor Education e del Cooperative Learning in ambito scolastico ed extrascolastico.  Impegnato in progetti di ricerca nazionali, ha collaborato con il MIUR nella definizione delle Indicazioni Nazionali 2012 ed è stato membro del Tavolo Nazionale per la definizione delle linee guida dell’Educazione Fisica, Attività Motoria e Sport nella scuola. Autore di numerose pubblicazioni sui temi oggetto della ricerca.

L’esperienza educativa, nel processo insegnamento-apprendimento, non può fermarsi a una proficua relazione tra Insegnante-Allievo, ma deve promuovere, soprattutto, la relazione tra Allievo e Allievo. Educare i bambini e i ragazzi a cooperare, non solo collaborare, significa indurre un approccio inclusivo per ciascun attore del processo educativo e significa, soprattutto, rispettare l’impegno a fornire gli strumenti necessari per educare alla cittadinanza attiva e propositiva. L’educazione fisica, motoria e sportiva, si prestano, per la loro essenza bioecologica, ad essere cornici elettive per promuovere la cooperazione e sollecitare, con essa, atteggiamenti etici e morali: rispetto, accoglienza, solidarietà e altruismo.

11:50 - 12:30

EDUCARE GLI ADOLESCENTI AD UNO STILE DI VITA SANO ED EQUILIBRATO
Alain Zanchi

Docente dal 2006 nella scuola secondaria statale di secondo grado, abilitato in "Scienza e cultura dell'alimentazione" e "Laboratorio di chimica e microbiologia", tecnologo alimentare libero professionista; ha praticato atletica leggera, gioca tuttora a pallavolo a livello agonistico, cicloviaggiatore.

L’argomento della dieta sana ed equilibrata è molto discusso dai mass media, ma talvolta le “opinioni” si sostituiscono ai “fatti”, dimostrati scientificamente. Questa condizione può disorientare adulti ed adolescenti, l’insegnante può assumere un ruolo chiave, per contribuire ad educare gli adolescenti e le relative famiglie ad uno stile di vita sano ed equilibrato. Durante l’intervento saranno fornite nozioni, esempi di modelli di riferimento e strumenti utili per la didattica, per diversi livelli di competenze. Sarà approfondito, inoltre, il tema dell’evoluzione della Dieta Mediterranea, fino alla concezione moderna.

12:30 - 12:50

QUESTION & ANSWER

12:50 - 14:00

LUNCH A BUFFET

14:00 - 15:30

WORKSHOP - PRIMA SESSIONE

15:30 - 17:00

WORKSHOP - SECONDA SESSIONE

17:00

TERMINE LAVORI

Workshop

Prima sessione

Comunicare per Coinvolgere: le Metodologie Didattiche Attive ed Esperienziali

Secondaria di I grado, Secondaria di II grado

Dopo un'introduzione alle principali metodologie didattiche attive, nel workshop verranno delineate alcune indicazioni pratiche per utilizzare tali metodologie al fine di "educare al movimento" rendendo la lezione fortemente interattiva ed esperienziale. Gli stessi partecipanti, suddivisi in gruppi di lavoro, simuleranno l'attuazione sul campo di una delle metodologie attive proposte.

Guido Ghirelli


Cooperare per gioco

Secondaria di I grado, Secondaria di II grado

Immersione dei partecipanti in una serie di situazioni educative, ludiche e di gioco, in cui comprendere la differenza tra i giochi individuali, giochi collaborativi e giochi cooperativi. I partecipanti verranno resi artefici delle diverse situazioni fino a giungere, quasi spontaneamente, a cooperare tra loro seguendo l'istinto bioecologico che guida il genere umano.

Andrea Ceciliani


L’High Intensity Interval Training nella didattica scolastica: proposte e soluzioni

Secondaria di I grado, Secondaria di II grado

Una nuova frontiera dell'allenamento pensato per chi dispone di poco tempo, si è rivelata una metodica molto efficace a livello dei miglioramenti fisiologici. Verranno presentate esperienze di circuiti ad alta intensità che sono stati proposti a ragazze e ragazzi durante le ore di Scienze Motorie/Educazione Fisica. Esempi reali che hanno coinvolto anche studenti che spesso appaiono poco motivati e propositivi.

Nicola Lovecchio


Orienteering a scuola per divertirsi e migliorare l’apprendimento!

Secondaria di I grado, Secondaria di II grado

Dall'orientarsi per sopravvivere al farlo per divertimento. Dalla disciplina sportiva all'attività multidisciplinare. Dalla gestione dello spazio piano al suo utilizzo in maniera finalizzata. Dallo spazio tridimensionale a quello piano attraverso il disegno di semplici mappe. Dalla lettura di un percorso su una mappa semplificata alla progettazione di attività su mappe sempre più complesse. Dai percorsi a memoria alla ricerca dei punti di controllo. Nel workshop sperimenteremo tutte queste attività per trasferirle nelle ore di Scienze Motorie/Educazione Fisica a scuola.

Matteo Merati


Strategie motivazionali per educare i giovani con lo sport

Secondaria di I grado, Secondaria di II grado

La motivazione è alla base della prestazione sportiva: senza, anche il giovane più dotato, è improbabile che riesca a sviluppare ed esprimere appieno le proprie potenzialità. Un approccio allo studio della motivazione da cui derivano importanti indicazioni applicative utili nello sport giovanile è la teoria dell'orientamento motivazionale. Questo modello teorico è molto utile anche per comprendere le ragioni dell'abbandono sportivo giovanile e per mettere a fuoco alcune strategie di prevenzione del dropout. Da ciò si evidenzia il ruolo chiave degli educatori sportivi e degli insegnanti di Educazione fisica che, contribuendo a determinare il reale sviluppo delle competenze sportive ed un clima motivazionale che valorizza progressi e miglioramenti, possono prevenire non solo il burnout e, di conseguenza, l'abbandono sportivo giovanile.

Francesca Vitali


Utilizzo delle tecnologie in palestra e presentazione dell’App Fit4School

Secondaria di I grado, Secondaria di II grado

La tecnologia può essere un aiuto per approfondire, comprendere e proporre alcuni contenuti dell'Educazione Fisica. Verranno presentate esperienze fatte in palestra durante le ore di Scienze Motorie/Educazione Fisica e verrà presentata l'App Fit4School con i suoi vantaggi per il docente e per i suoi alunni.

Max Spini


Seconda sessione

Comunicare per Coinvolgere: le Metodologie Didattiche Attive ed Esperienziali

Secondaria di I grado, Secondaria di II grado

Dopo un'introduzione alle principali metodologie didattiche attive, nel workshop verranno delineate alcune indicazioni pratiche per utilizzare tali metodologie al fine di "educare al movimento" rendendo la lezione fortemente interattiva ed esperienziale. Gli stessi partecipanti, suddivisi in gruppi di lavoro, simuleranno l'attuazione sul campo di una delle metodologie attive proposte.

Guido Ghirelli


Cooperare per gioco

Secondaria di I grado, Secondaria di II grado

Immersione dei partecipanti in una serie di situazioni educative, ludiche e di gioco, in cui comprendere la differenza tra i giochi individuali, giochi collaborativi e giochi cooperativi. I partecipanti verranno resi artefici delle diverse situazioni fino a giungere, quasi spontaneamente, a cooperare tra loro seguendo l'istinto bioecologico che guida il genere umano.

Andrea Ceciliani


L’High Intensity Interval Training nella didattica scolastica: proposte e soluzioni

Secondaria di I grado, Secondaria di II grado

Una nuova frontiera dell'allenamento pensato per chi dispone di poco tempo, si è rivelata una metodica molto efficace a livello dei miglioramenti fisiologici. Verranno presentate esperienze di circuiti ad alta intensità che sono stati proposti a ragazze e ragazzi durante le ore di Scienze Motorie/Educazione Fisica. Esempi reali che hanno coinvolto anche studenti che spesso appaiono poco motivati e propositivi.

Nicola Lovecchio


Orienteering a scuola per divertirsi e migliorare l’apprendimento!

Secondaria di I grado, Secondaria di II grado

Dall'orientarsi per sopravvivere al farlo per divertimento. Dalla disciplina sportiva all'attività multidisciplinare. Dalla gestione dello spazio piano al suo utilizzo in maniera finalizzata. Dallo spazio tridimensionale a quello piano attraverso il disegno di semplici mappe. Dalla lettura di un percorso su una mappa semplificata alla progettazione di attività su mappe sempre più complesse. Dai percorsi a memoria alla ricerca dei punti di controllo. Nel workshop sperimenteremo tutte queste attività per trasferirle nelle ore di Scienze Motorie/Educazione Fisica a scuola.

Matteo Merati


Strategie motivazionali per educare i giovani con lo sport

Secondaria di I grado, Secondaria di II grado

La motivazione è alla base della prestazione sportiva: senza, anche il giovane più dotato, è improbabile che riesca a sviluppare ed esprimere appieno le proprie potenzialità. Un approccio allo studio della motivazione da cui derivano importanti indicazioni applicative utili nello sport giovanile è la teoria dell'orientamento motivazionale. Questo modello teorico è molto utile anche per comprendere le ragioni dell'abbandono sportivo giovanile e per mettere a fuoco alcune strategie di prevenzione del dropout. Da ciò si evidenzia il ruolo chiave degli educatori sportivi e degli insegnanti di Educazione fisica che, contribuendo a determinare il reale sviluppo delle competenze sportive ed un clima motivazionale che valorizza progressi e miglioramenti, possono prevenire non solo il burnout e, di conseguenza, l'abbandono sportivo giovanile.

Francesca Vitali


Utilizzo delle tecnologie in palestra e presentazione dell’App Fit4School

Secondaria di I grado, Secondaria di II grado

La tecnologia può essere un aiuto per approfondire, comprendere e proporre alcuni contenuti dell'Educazione Fisica. Verranno presentate esperienze fatte in palestra durante le ore di Scienze Motorie/Educazione Fisica e verrà presentata l'App Fit4School con i suoi vantaggi per il docente e per i suoi alunni.

Max Spini


I relatori

Francesca Vitali

Francesca Vitali

Psicologa dello sport e docente presso il Collegio didattico di Scienze motorie dell’Università di Verona. È Editor del Giornale Italiano di Psicologia dello Sport (ilGIPS) e Past Presidente dell’Associazione Italiana di Psicologia dello Sport e dell’esercizio (AIPS). Dal 2017 è la responsabile del Centro Studi e rapporti con le Università di Assist – Associazione Nazionale Atlete. Dal 2009 collabora come docente con diverse Scuole Regionali dello Sport (SRdS) del CONI e dal 2017 con la Scuola dello Sport di Roma.

Andrea Ceciliani

Andrea Ceciliani

Professore associato presso Università di Bologna “Alma Mater Studiorum” dal 2016, svolge le sue ricerche nell'ambito dell’educazione, prevenzione e salute, in età evolutiva, attraverso l’educazione fisica, l’attività motoria e lo sport. Gli interessi di ricerca sono rivolti in particolare agli aspetti educativi in età infantile e scolare, all’applicazione delle strategie di Outdoor Education e del Cooperative Learning in ambito scolastico ed extrascolastico. 
Impegnato in progetti di ricerca nazionali, ha collaborato con il MIUR nella definizione delle Indicazioni Nazionali 2012 ed è stato membro del Tavolo Nazionale per la definizione delle linee guida dell’Educazione Fisica, Attività Motoria e Sport nella scuola. Autore di numerose pubblicazioni sui temi oggetto della ricerca.

Alain Zanchi

Alain Zanchi

Docente dal 2006 nella scuola secondaria statale di secondo grado, abilitato in "Scienza e cultura dell'alimentazione" e "Laboratorio di chimica e microbiologia", tecnologo alimentare libero professionista; ha praticato atletica leggera, gioca tuttora a pallavolo a livello agonistico, cicloviaggiatore.

Nicola Lovecchio

Nicola Lovecchio

Docente di Anatomia applicata (Corso di Laurea in Scienze Motorie, Università di Pavia), Basi della ginnastica (Scuola di Scienze Motorie, Università degli Studi di Milano), Tecniche dell’attività motoria e sportiva (Corso di laurea in Scienze dell’Educazione, Università degli Studi di Bergamo), autore DeA Scuola e vice-presidente CAPDI & LSM.

Max Spini

Max Spini

Docente di educazione fisica presso  scuola  secondaria di secondo grado, autore dell’App Fit4School.
Libero professionista come Personal trainer e Dietista.

Matteo Merati

Matteo Merati

Docente di educazione fisica presso l’I.C. Cavalieri di Milano, di Teoria e Metodologia del Movimento Umano presso Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e Tecnico Nazionale DI 3° Livello FISO(Federazione Italiana Sport Orientamento).

Guido Ghirelli

Guido Ghirelli

Psicologo dello Sport e mental coach. Formatore e consulente su psicologia della comunicazione, management e metodologie formative. Co-autore del volume A Scuola di Qualità (Carocci editore).

Dicono di noi

Docente 2

"La giornata è andata benissimo, è stata un'esperienza interessante, bella e per quanto mi riguarda mi ha arricchito molto. Spero di riuscire a mettere in campo quanto ho imparato oggi."

Docente 3

"Ho avuto l'opportunità di confrontarmi con colleghi e specialisti che ci hanno fornito ulteriori strumenti da applicare in campo con i ragazzi. Non vedo l'ora di metterli in pratica!"

Docente 4

"Mi porto a casa un carico di emozioni, condivise con i colleghi con cui raramente ci si vede. È stata una giornata molto utile e stimolante; eccezzionale la parte pratica che ci ha dato la possibilità di giocare e stare insieme." 

Docente 6

"Per me è stata la prima volta e devo dire che è stato molto bello. Ho trovato dei professionisti preparati, un'organizzazione impeccabile e ho potuto entrare allo Stadio Olimpico! È stata un'esperienza bellissima che rifarò."

Marco Ferroni

"Ho già partecipato al vostro evento due anni fa. Devo dire che quest'anno è migliorato ancora di più dal punto di vista qualitativo e delle esperienze che ci avete fatto fare."

Marco Ferroni

In collaborazione con